Dr.Hauschka Med
Dr. med. dent. Hans Dieter Schwertfeger

Intervista con il Dr. med. dent. antroposofo Hans Dieter Schwertfeger (Germania)

Dr.Hauschka Med: Ignoriamo volentieri i nostri denti fino al momento in cui, doloranti, richiamano la nostra attenzione. E poi ci facciamo curare soltanto il dente che fa male. È il modo giusto?

Dr. med. dent. Hans Dieter Schwertfeger: È importante osservare ai denti non in modo non isolato, poiché essi sono in stretta correlazione sia con l’organismo sia con la nostra anima . Così, un dente malato può essere segno di un organo malato o di problemi della nostra anima. Il confronto con il paziente è importante dunque non soltanto per aiutare il dente, bensì anche per poter riconoscere possibili nessi e per definire eventuali ulteriori terapie.

Spesso si dice che un dente sano non si ammala, eppure tutti noi siamo stati dal dentista a causa della carie o di altri disturbi. La nostra igiene orale va così male?

La maggior parte delle malattie ai denti possono essere effettivamente evitate mediante una corretta igiene del cavo orale. Tuttavia anche in questo caso vale la regola tale per cui il dente è parte dell’organismo nella sua totalità e dunque la sua salute dipende dall’essere umano nella sua totalità, non in ultimo anche dall’alimentazione.

A cosa devo fare attenzione nell’igiene orale?

La giusta tecnica è fondamentale e in linea di massima non si dovrebbe esagerare con l’igiene orale.

Potrebbe accadere di lavare i denti in modo eccessivo?

In un certo senso sì. In alcune persone le ossa che sostengono i denti e il tessuto molle sono sottili e sfregando con lo spazzolino da denti in modo eccessivo le gengive potrebbero ritirarsi. Il risultato, spesso doloroso, è rappresentato dai colletti dentali scoperti. In quei casi è necessario utilizzare spazzolini molto morbidi, uno speciale metodo di spazzolatura dei denti e dentifrici delicati.

Cosa consiglia contro la placca?

Il cavo orale, che è paragonabile a un micro-mondo, contiene un armonioso, equilibrato e sano insieme di microrganismi. Per questa ragione non dovrebbe essere costantemente lavato con sostanze disinfettanti contro la placca, poiché, così facendo, il suo equilibrio viene distrutto. Una buona alternativa, naturale, è costituita dagli estratti di corteccia di ippocastano. Svolgono un’azione sorprendentemente buona contro la formazione della placca.

Poco fa ha citato l’alimentazione. Quanto è importante per la salute dei denti?

Molto. Una cattiva alimentazione può manifestarsi soprattutto nelle malattie gengivali come la parodontosi, che di fatto è un disturbo metabolico. Ma anche la mancanza di ritmo nello svolgimento della giornata e i pasti troppo veloci hanno delle ripercussioni sulla vitalità di tutto l’organismo e sui denti. Lo stato dei denti è espressione dello stato generale della nostra salute.

Quanto è importante lavare i denti con dentifrici che contengono fluoruri?

Questo va stabilito di caso in caso. Coloro che hanno otturazioni a base di amalgama, per esempio, dovrebbero evitare l’utilizzo di dentifrici con fluoruri, poiché potrebbero staccare il mercurio dall’otturazione stessa. Nei bambini un eccesso di fluoruri può provocare degli indurimenti in tutto l’organismo, ostacolando una crescita sana. Tuttavia, per chi ha denti molto delicati, il mio consiglio è quello di utilizzare, periodicamente, dentifrici che contengono fluoruri naturali in forma ritmizzata. In questo senso sono ottime le preparazioni con estratti di corteccia di ippocastano, che sostengono l’equilibrio della saliva in modo ottimale, cosicché i denti, all’interno di un ambiente sano, sono più stabili e meno soggetti ad ammalarsi.