Sinonimo: Fiore della passione, Maracuja, Granadilla
Nome botanico: Passiflora caerulea L.
Famiglia: Passifloraceae

Passiflora

Descrizione

E’ difficile credere che si tratti di un vero fiore. Chiunque si sia imbattuto in questa pianta rampicante durante una passeggiata nelle regioni meridionali l’avrà certamente considerata un miracolo. In netto contrasto con il sottile nudo fusto dalle foglie verdi che cresce sino ad una lunghezza di 5 m vi sono i lussureggianti fiori del passiflora, che compare da maggio a settembre, raggiungendo un diametro di 8 cm, e dai colori bianco, rosso sangue e viola. Una robusta corona di filamenti costituita da foglie blu incornicia un forte pistillo in tre parti e cinque stami che si protendono verso l’osservatore. Ciascuno di questi miracoli fiorisce soltanto per un giorno.

Habitat originario

Da un capo all’altro dell’America e nelle Indie Orientali

Componenti

Flavonoidi come la vitexina e altri componenti come la cumarina, l’umbelliferone e il maltolto.

Uso nella medicina tradizionale

Il fiore della passione viene utilizzato laddove condizioni nervose sfociano nel dolore: agitazione nervosa, lievi problemi di insonnia, dolori gastro-intestinali di natura nervosa. In omeopatia viene anche utilizzato come blando agente per lenire i crampi.

Notizie interessanti

Quando il fiore della passione fu importato in Europa nel XVII secolo, fu accettato con entusiasmo non solo per le sue proprietà curative ma anche perché fu venerato dai Cristiani come simbolo della crocifissione di Cristo. Nel suo fiore videro l’intera storia della crocifissione: i 10 petali rappresentavano i 10 Apostoli di Cristo, la corona blu raffigurava la corona di spine, nel suo ovario supero a colonna videro il luogo della fustigazione, lo stilo con le tre ramificazioni più larghe alle punte simboleggiava i chiodi della croce, i 5 stami corrispondevano alle stigmate di Gesù, i viticci richiamavano la frusta con cui Gesù veniva flagellato e infine la gigante foglia dei viticci rappresentava la lancia con cui fu trafitto. Da questa interpretazione risulta evidente come sia nato il nome fiore della passione. Il genere Passiflora include varietà con frutti commestibili, conosciuti col nome di frutti della passione. Tuttavia, la parete commestibile è composta da una serie di semi tenuti insieme dalla polpa di consistenza gelatinosa. In America, suo habitat naturale, il frutto della passione è stato utilizzato per lungo tempo dalla popolazione nativa americana sia come medicina calmante e rilassante sia come cibo. Il medico spagnolo Monardes lo scoprì per l’Europa nel 1569. I monaci che videro nella passiflora la Passione di Cristo pensarono di intravedervi un segno dal cielo, vale a dire gli Indiani delle terre conquistate dovevano essere convertiti al Cristianesimo.

Uso nella cosmesi Dr.Hauschka

La passiflora è contenuta in diverse preparazioni medicinali per la sua azione sedativa, per l’insonnia, gli stati ansiosi, l’agitazione e i disturbi nervosi sopratutto dei bambini.